Caramello salato e colloquio di gruppo

Avete mai partecipato ad un colloquio di gruppo?? E’ trascorso un bel po’ di tempo, ma lo ricordo benissimo.

www.modellocurriculum.com/il-colloquio-di-gruppo.html

Arrivi, ti registrano, ti fanno accomodare in una stanza con altri candidati e proprio mentre stai pensando di dover combattere con dieci cervelli, ti informano che il tuo è il quarto gruppo della giornata…. Bene, sono quaranta come minimo!

Comunque, entri nella stanza dove sono tutti tesi, ti scrutano e tu scruti loro. Provi a rompere il ghiaccio sfoderando il tuo miglior sorriso, seguito da un caloroso buongiorno, sicuramente ci stanno già osservando e facendo esperimenti sulla socializzazione in ambienti ostili..

Dopo poco, finalmente arriva, come definirla, giudice, esaminatrice, non so, e inizia la psicoanalisi.

Primo test cultura generale, secondo inglese, terzo logica, un foglio con infinite serie di numeri e forme da completare e chi più ne ha più ne metta.. Mi sono dimenticata di dirvi una cosa fondamentale, l’annuncio recitava: “Stage Allievi Store Manager”, che di per sé non vuol dire niente perché se sei in stage, difficilmente in una multinazionale diventerai manager..

Iniziano i test di gruppo, le diverse specie si mettono in mostra, spunta il pazzesco, colui/colei che sa tutto e deve assolutamente dimostrarlo, il timido, l’eccentrico: “disegniamo un pallino sul foglio e chiediamo loro cosa vedono”, il menefreghista che si è dimenticato le maniche della camicia in macchina e dulcis in fundo l’intellettuale/filosofo che vive per frasi fatte e citazioni..

Dopo quattro interminabili ore, ci salutiamo e l’esaminatrice ci informa che, in caso di esito positivo, dovremo sottoporci ad altri due colloqui, questa volta individuali. A distanza di un mese e mezzo, chi ci pensava più (non è vero), arriva una mail alla mia cortese attenzione: “la nostra scelta si è indirizzata verso altri candidati, la ringraziamo e qualora in futuro si presentassero opportunità coerenti con le sue caratteristiche, non mancheremo di interpellarla nuovamente”

Chissà chi l’ha scampata, pazzesco, timido, eccentrico, menefreghista o intellettuale.. E chissà a quale specie appartengo.. 😉

Caramello salato

Caramello salatoIngredienti:

  • 160 gr di zucchero
  • 240 ml di panna liquida
  • 60 gr di burro
  • 4/5 gr di sale
Procedimento:

Mettiamo un tegame dal fondo spesso su una fiamma bassa e facciamo caramellare lo zucchero. Ruotiamo delicatamente il contenitore per aiutare il caramello, non mescoliamo mai!

Dopo circa un quarto d’ora, lo zucchero dovrebbe essere sciolto e aver cambiato colore, biondo scuro quasi bruno. Aggiungiamo la panna liquida precedentemente riscaldata, non bollita e il sale.

Amalgamiamo bene gli ingredienti con una frusta rimanendo sulla fiamma bassa. La panna probabilmente formarà delle bollicine e dei grumi che andranno a sciogliersi dopo pochi minuti.

Togliamo dal fuoco e aggiungiamo il burro a pezzettini. Mescoliamo bene fino ad ottenere una crema densa e uniforme.

Versiamo il caramello salato in un barattolo di vetro, assaggiamo, gioiamo un po’, altra cucchiaiata, facciamo intiepidire e conserviamo in frigo (circa una settimana ma è difficile che duri così a lungo)

Domani ottime ricette su come utilizzare questa delizia!

Annunci

2 pensieri su “Caramello salato e colloquio di gruppo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...